CLICCARE SULLA FOTO IN ALTO PER AGGIORNARE IL BLOG

...................................................................................................................

venerdì 18 dicembre 2009

CAPITOLATO DI APPALTO PER LA COSTRUZIONE DELLA TORRE DELL'OROLOGIO

Rionero 4 Agosto 1887

1)L'appalto ha per oggetto la costruzione di una torre per situare un orologio a base del progetto d'arte redatto dal perito Giulo Pallottino il 6-7-1887 debitamente approvato. Ne sarà aggiudicatario il migliore offerente in ribasso. Non si farà luogo all'aggiudicazione se non vi saranno almeno due concorrenti.
2)Per essere ammesso all'astai concorrenti debbono dimostrare la propria attitudine a poter eseguire l'opera, e dopositare nella Segreteria Comunale la somma di L.100 di cauzione per le spese inerenti all'asta stessa, che sono a carico dell'aggiudicatario.
3)L'opera deve essere eseguita nel periodo di tre mesi dal giorno in cui gli verrà imposto dall'amministrazione.
4)Il materiale da adibirsi nella costruzione dovrà essere quello determinato nel progetto, come il legname per la gradinata deve essere di castagno ben stagionato.
5)Per nessuna ragione l'aggiudicatario può pretendere revisione dei prezzi sui quali si procede all'asta.
6)L'Amm.ne si riserba il diritto di vigilare la persona di sua fiducia l'esecuzione dell'opera, nè appaltatore può quindi rifiutarsi alle richieste che gli venissero fatte, ed è obbligato ad eseguire le prescrizioni senza opposizione o pretesa di rimborso. Contravvenendo l'appaltatore sarà obbligato a pagare una multa di L. venti per ogni volta, e che sarà ritenuta sul mandato che gli potrà competere come appresso.
7)Avvenuta l'approvazione del verbale di aggiudicazione, l'aggiudicazione deve dare all'Amm.ne una fidiiussione di sua fiducia che con lui resti solidamente obbligato per l'esatta esecuzione dell'opera. può invece dal fediussore prestare una cauzione in contanti di L.500 da depositarsi presso questa Banca salvo sempre la garazia voluta dalla legge per la stabilità dell'opera.
8)Il prezzo dei lavori sarà pagato dall'Amm.ne all'assuntore in concorso col fediussore, se vi sarà, un quarto al cominciare dei lavori, un quarto a metà dei lavori in fabbrica, un quarto dopo l'ultimato la fabbrica, ed il saldo dopo il collaudo definitivo, non che della dichiarazione di ricettiblità dei lavori fatta da persona tecnica di fiducia dell'Amm.ne.
9)Ove l'appaltatore non consegnerà l'opera nel periodo di tempo fissato all'art.3° di sottoporre alla multa di L.50 per ogni settimana di ritardo, avendosi per compiuta la settimana incominciata.
10)Nel caso i lavori siano dichiarati irricettibili l'appaltatore è obbligato rifarli per conto proprio, e non essendoli fra un mese l'Amm.ne può farle eseguire in suo danno e spese.

Nessun commento:

Posta un commento